Logo
Stampa questa pagina

Storie - Da Palermo ad Anticoli: il lungo viaggio degli ebrei di Sicilia

di Mario Avagliano

Alla fine del Quattrocento, alcuni ebrei in fuga dalla Sicilia, da dove nel 1492 erano stati espulsi dalla regina Isabella di Spagna, giunsero tra mille peripezie nelle terre del Basso Lazio e ad Anticoli (l’antica Fiuggi), stabilendosi in quei luoghi. Lo scorso anno una Menorah è stata scoperta a Fiuggi, in via del Macello, traccia indelebile di quella fuga e di quei fatti storici.

Il 26 gennaio scorso a Palermo, presso l’Archivio Storico Comunale, che sorge proprio sui resti della quattrocentesca Sinagoga palermitana, è stato siglato una specie di gemellaggio tra Fiuggi e Palermo, o più propriamente tra l’Archivio palermitano e la Biblioteca della Shoah della città laziale. A promuovere l’incontro la Biblioteca della Shoah, il Centro studi sul Novecento e le sue Storie diretta da Pino Pelloni e gli assessorati alla cultura della Regione Siciliana e del Comune di Palermo. Nell’occasione è stato mostrato al pubblico l’editto del 1492 e proiettato il docufilm “Il ghetto ebraico di Anticoli” di Nicolò Tedeschi. Una copia della Menorah di Anticoli, realizzata dal maestro Luigi Severa, è stata consegnata al sindaco Leoluca Orlando. Quasi un “ritorno al futuro” per un antico simbolo della presenza degli ebrei in Sicilia.

(L'Unione Informa e Moked.it dell'11 febbraio 2014)

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.200.
© I testi del sito sono protetti dal Copyright - Leggi Proprietà Intellettuale

Sito web realizzato da Gabriele Pantaleo